Montepulciano è famosa in tutto il mondo per il suo Vino Nobile, una delle eccellenze a livello internazionale che viene prodotta proprio nei vigneti attorno alla “Perla del Cinquecento”. Un legame antico e indissolubile, quello tra Montepulciano e il vino, sancito dal nome di una particolare tipologia di bottiglia di vino, che non tutti conoscono.

La Pulcianella è infatti un tipo di bottiglia di vino, che prende il suo nome proprio da Montepulciano. Si tratta di una tipologia di bottiglia di forma ovale, che richiama un fiasco, dal corpo panciuto e schiacciato, alta circa 20 centimetri e di 750 ml di capacità.

La Pulcianella era il fiasco di vino che veniva utilizzato dalle famiglie nobili poliziane nell’antichità, e che inviavano il vino di Montepulciano alla Corte Pontificia. È quindi la tipologia di bottiglia che nei secoli passati ha caratterizzato l’immagine di Montepulciano e del suo vino fuori dal territorio d’origine, e che continua ancora oggi a portare il suo nome.

Oggi la Pulcianella si chiama anche bocksbeutel e viene prodotta in vetro bianco per i vini bianchi, oppure in vetro verde per i vini rossi. Si utilizza principalmente per il vino Armagnac, per i vini del Portogallo e della Franconia. La sua origine è però di Montepulciano, il piccolo ma splendido borgo a sud della Toscana diventato celebre in tutto il mondo per il Vino Nobile.